Numero verde: 800 90 92 45 info@fairvalyou.it

RENDICONTAZIONE E ONERI:

ecco come fare.

Le imprese di investimento e gli intermediari finanziari sentono il fiato sul collo per gli obblighi informativi nei confronti dei clienti. Ma è davvero così impossibile affrontare tale dovere di chiarezza?

Abbiamo visto in un precedente articolo, come l’intento delle associazioni del settore finanziario sia quello di rimandare la rendicontazione, come a voler volontariamente opporsi alla trasparenza dettata dalla Mifid II.

Proprio per questo motivo, oggi ci dedichiamo ad un ulteriore aspetto, che va oltre ogni tentativio di diluire la consapevolezza da parte dei risparmiatori; ossia i passi necessari da compiere per predisporre l’informativa sui costi degli investimenti.

Ascofind, Associazione per la Consulenza Finanziaria Indipendente, ha fornito un supporto per la redazione delle informazioni ai clienti su costi e oneri degli investiimenti. Vi diamo qualche dettaglio rilevante e rimandiamo alle suddette linee guida in allegato per gli approfondimenti.

COME SI PRESENTA IL DOCUMENTO ASCOFIND

All’interno del documento, sono elencate delle tabelle esplicative che schematicamente riportano gli step da seguire; i dati al loro interno hanno solo uno scopo esemplificativo.

Secondo il Regolamento Delegato 565/2017 della Commissione europea, il documento Ascofind ricorda che:

“L’informativa sui costi ed oneri, nell’ambito della prestazione del servizio di consulenza in materia di investimenti, deve essere parimenti fornita sia ai clienti retail che ai clienti professionali di diritto e su richiesta”.

 

Per la rendicontazione abbiamo, intanto, una divisione temporale: informativa dei costi ex ante ed ex post.

Nel primo caso, si fa riferimento ai costi per i servizi da presentarsi nella fase precedente rispetto all’inizio della collaborazione e sarà strettamente collegata all’importo patrimoniale che il cliente decide di affidare. Inoltre vanno aggiunti i costi dei servizi degli intermediari che la società consiglierà al cliente.

Ancora, si considerano in questa fase anche i costi per gli strumenti finanziari raccomandati, prima che venga avviata l’operazione di investimento.

Nel secondo caso, vengono indicati annualmente i costi degli strumenti finanziari e i costi dei servizi per rapporti continuativi.

In riferimento all’informativa ex post, ogni società deve esplicitare eventuale possibilità a fornire ulteriori dettagli; anche su questo aspetto l’Ascofind ha redatto una tabella, consultabile al paragrafo 6 dell’allegato.

Infine, si trovano i dettagli sulle modalità di calcolo e le tempistiche sui costi ex post.

Ci auguriamo vivamente che questo sia un ulteriore incentivo ad andare verso un servizio etico e trasparente nei confronti dei nostri clienti.

Scarica l’allegato con le linee guida.

Condividi sui social:

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Agosto: 2019
L M M G V S D
« Lug    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

Archivi

Categorie

CONTATTI

Sede legale:
Corso Garibaldi , 37
81030 Falciano del Massico (CE)

800 90 92 45
0823 50 83 70

SOCIAL

CONTENUTI

wtfdivi014-url1
wtfdivi014-url4
wtfdivi014-url7
wtfdivi014-url3
wtfdivi014-url8

CONTATTACI